venerdì 29 ottobre 2010

Tra folklore e biscotti e' in arrivo la notte di Jack-O-Lantern! BOO!

Qui i preparativi impazzano, ormai siamo tutti coinvolti nel delirio collettivo di Halloween.
Alcuni negozi aprono solo per questa ricorrenza e tutti alla ricerca del costume perfetto, anzi piu' orribile e' meglio e'!!! Ma in assoluto la cosa che preferisco e' vedere come si trasformano i giardini, gli americani ne sanno una piu' del diavolo, per restare a tema! Cancelli traballanti con tanto di accesso a cimiteri, lapidi che spuntano in mezzo all'erba, fantasmi sugli alberi e scheletri che penzolano. Poi ci sono i giardini con i gonfiabili: mostri giganti, gatti neri e le peggio cose a grandezze esagerate. Insomma ce ne' per tutti i gusti. 
Naturalmente le zucche intagliate non mancano. 
Lo spirito di Halloween e le sue origini si sono perse nel consumismo sfrenato, e nella memoria dei tempi. E qui esce il mio lato da ricercatore sociale: possibile mai che nessuno sa' perche' proprio la zucca e' il simbolo di questa ricorrenza? Perche' Jack-O'-Lantern? Insomma nonostante chiacchere in giro nella speranza di qualche racconto, con tanta delusione mi sono rivolta a Mr. Wikipedia.

"Tradizione di origine anglosassone, prima dell'arrivo della zucca in Europa si usavano rape e cavoli che intagliati sempre a mano prendevano il nome di Jack O Lantern.
L'usanza di Halloween è legata alla leggenda di Jack, un pigro ma astuto fattore, sempre propenso a indispettire la gente. Si narra che osò sfidare il diavolo, il quale, terrorizzato, fu costretto a rifugiarsi su un albero. Al fine di impedire che il diavolo discendesse, il furbo Jack incise una croce sul tronco. Soltanto dopo un lungo battibecco i due giunsero ad un compromesso: in cambio della libertà, Lucifero avrebbe dovuto risparmiare la dannazione eterna a Jack. Durante la propria esistenza il fattore,sicuro che non sarebbe andato all'inferno, commise tanti peccati che, quando morì, non andò in Paradiso e non potendo andare all'Inferno fu costretto a rimanere sulla terra, dove colse una zucca e vi intagliò un volto, inseritavi una candela, ne fece una lanterna. Cominciò da quel momento a peregrinare senza tregua alla ricerca di un luogo di riposo. Halloween sarebbe dunque il giorno nel quale Jack, va alla caccia di un rifugio. Gli abitanti di ogni paese sono tenuti ad appendere una lanterna fuori dalla porta per indicare all'infelice anima che la loro casa non è posto per lui."


Magari la leggenda e' questa o ci sono altre versioni, chissa', io la prendo per buona!


Nell' attesa di domani sera, se volete bussare alla nostra porta troverete biscotti al cioccolato ad attendervi.



Vado alla ricerca della ...scopa, come posso farne senza?!?!?



Baci strrregati


16 commenti:

  1. Che carini! Io non ho trovato le formine e mi sono arrangiata con le mani. Buona festa!!!

    RispondiElimina
  2. Oh quanto vorrei poter venire a bussare alla tua porta .....pur di avere quei magnifici biscotti!!!! Buonissimo Halloween...tu che puoi davvero gustare la vera atmosfera!!!Ciao

    RispondiElimina
  3. I miei bimbi vanno pazzi per Halloween e io li appoggio anche se non è una festa tradizionale italiana.Sarebbe bello poterli portare negli States in occasione di questa ricorrenza, intanto ci accontentiamo di preparare biscotti, torta e zucca più brividosi che si può.
    Happy Halloween

    RispondiElimina
  4. Bè diciamo che negli Stati Uniti i festeggiamenti per halloween sono più realistici che qui in Italia!
    Hai comprato anche tu il costume?

    RispondiElimina
  5. @un biscotto per ognuna di voi...col pensiero!!!!
    Girovaga, comprato il vestito anche no! alcuni gadget e un po' di fantasia si', lo scorso anno eravamo una coppia di zombie cow boys, quest'anno... ;-)

    RispondiElimina
  6. Ciao Kat, Happy Halloween !!!
    Che buoni i tuoi dolcetti al cioccolato!!!
    Io ho preparato una Pumpkin pie, al sapore di cannella.
    Divertitevi.
    Virginia

    RispondiElimina
  7. Un amore quei biscottini, e che belle le zucche che hai postato!

    RispondiElimina
  8. Che bei biscotti e che belle zucche! ieri ne ho intagliata una anch'io con fatica! io vengo a bussare! bacio

    RispondiElimina
  9. ciao Katia, intanto ti dico che il tuo vestito autunnale per il blog mi piace molto (era un po' che non passavo!). Poi è molto interessante questo post e mi unisco alla tua delusione per non aver trovato nessuno che sapesse raccontarti la storia della zucca... Adesso cercherò di informarmi fra i miei colleghi americani per vedere se almeno uno di loro la conosce. Buon Halloween!
    A presto! Silvia

    RispondiElimina
  10. Kat ciao rispondo qui alla domanda che mi hai fatto sulle pastine il lievito madre lo puoi sostituire, facendo un " lievitino" in realtà sono io che ho sostituito il lievitino con il lievito madre.
    fai così: impasta velocemente 150 g di farina manitoba, 20 g di lievito, 80 g di latte, e lascia lievitare per circa 1 ora.
    poi procedi come descritto nella ricetta sciogliendo il lievitino invece del lievito madre.
    La lievitazione sarà più veloce con il lievito di birra.

    RispondiElimina
  11. Grazie Kat, e chi la sapeva la storiella? E' carina, d'ora in poi apprezzerò di più questa festa. Per il Giappone, ci sto, andiamo! ;)

    RispondiElimina
  12. Udon a manetta ma sashimi io no...sono vegana! ;) Hai anche un'amica giapponese, wow!

    RispondiElimina
  13. i biscotti sono bellissimi!!!!!!!!

    RispondiElimina
  14. Bella la storiella, non la conoscevo! spero che accetterai la mia staffetta dell'amicizia, se t'interessa vieni a trovarmi... un bacione

    RispondiElimina
  15. che bello!Come mi piacciono queste festività a cui tutti partecipano!L'atmosfera dev'essere decisamente affascinante!mi sa che vengo a bussare alla tua porta...per uno di quei meravigliosi biscottini!!! :DDD

    PS: Grazie di partecipare al mio Swap!!Ti ho messa in lista :D!!!Scusa per il ritardo, ma ero fuori città :P

    RispondiElimina
  16. @Ciao a Tutte & grazie dei passaggi da queste parti!!! Periodaccio e aggiungo il mio forno grida vendetta...ma vi leggo e cerco di stare al passo.... Baci

    RispondiElimina