mercoledì 9 marzo 2011

Io, mamma e le tagliatelle fritte di nonna

Come qualcuno sapra' in questi due mesi dal rientro a Bologna, avere internet a casa e' stata un'odissea, per di piu' non ancora finita ma almeno potere delle chiavette, riesco a collegarmi!!! Ma ho un sacco di "arretrati" da postare accidenti e il tempo e' tiranno. Comunque non fa fatto, approfitto del periodo fine carnevalesco per raccontarvi di queste tagliatelle, che almeno in questo caso non si mangiano col ragu'!

Non so' dire se le fanno in altre citta', per come le conosco io, fin da piccola son sempre state di proprieta' di nonna, che tutt'ora fa e che per qualche strana ragione vengono sempre le migliori. Mani sapienti e amorevoli, non c'e' altra spiegazione. La mia grande fortuna di bambina, e' stata quella di osservarla sempre ai fornelli a stegamare ma ancor di piu' quella di guardare con occhi curiosi i manicaretti Bologna's style che ha sempre fatto sul tagliere. Tortellini, tortelloni, tagliatelle e compagnia bella. Senza dubbio l'amore per fare la pasta al mattarello l'ho presa da lei! Anche la mia mamma cucina alla grande, ma purtroppo non "tira la sfoglia"...e quindi lo fa fare a me!
E cosi' e' stato: lei mi ha procurato un tagliere, un mattarello professional, uova e farina, zucchero, un grosso limone e io ho iniziato ad impastare. La sfoglia ha preso forma, arrotolata e tagliata, il mio compito e' finito. Poi e' stato il suo turno: friggere le rotelline.
Per finire, abbiamo osservato il risultato e il mio commento e' stato... 
"quelle di nonna mi sembrano piu' belle!"


Pero' riguardando queste prime messe sulla carta assorbente... be' non sono venute poi male!!!

Gli ingredienti sono quelli base della dispensa: 2 uova, 200 g di farina, un po' di zucchero, la scorza grattugiata di un bel limone.
Si impastano le uova con la farina, fino ad ottenere una bella palla liscia; si inizia a stendere la pasta col mattarello, rigorosamente, di uno spessore abbastanza sottile. Infine basta cospargere di zucchero la superficie della sfoglia insieme ad una generosa grattugiata di scorza di limone, arrotolare e tagliare.
Friggere in un pentolino per qualche minuto.


 Con questa ricetta/curiosita' familiare  partecipo al contest di Il cucchiaino di Milu'
 

14 commenti:

  1. Dai Kat, sono belle le tue tagliatelle! Dovresti sapere che le nonne hanno esperienza e amore sulle spalle, giusto quel pizzico in più delle giovani nipoti. Un abbraccio alla tua nonna.
    La mia non c'è più e per me il più bel ricordo è aver impastato con lei e la mia mamma gli gnocchi un natale di diversi anni fa.
    Baci

    RispondiElimina
  2. Quanto ho imparato anche io da mia nonna, fino alla sua scomparsa che è stata alla veneranda età di 96 anni...soprattutto per la panificazione nel forno a legna trucchi trucchetti uso della LM ecc ecc, ci credo che uno pensa che quelle di nonna erano migliori, però penso che anche le tue non sono da meno, la mano pian piano arriverà uguale. Ottimo consiglio per questa tagliatella fritta e molto profumata. Ciao.

    RispondiElimina
  3. Non ho mai visto prima questo dolce...grazie!

    RispondiElimina
  4. Kat hai cambiato di nuovo il template vero? è bello.....le taglietella fritte sono deliziose, la mia mamma fa una torta con i tagliolini, ma è diversa, queste assomigliano alle cartolate? pugliesi mi sembra che si chiamino così, sono bellissime, bacio

    RispondiElimina
  5. fantastiche!!! non le avevo mai viste.. o mangiate.. chissà che buone!!! :-) bravaaa

    ah le nonne!! quanto mi manca la mia!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Kat, grazie per la ricetta della nonna. Mio suocero era di Bologna, mi ha tramandato la ricetta dei tortellini per Natale, ma non queste tagliatelle fritte.
    Un bacio anche alla nonna.
    Virginia

    RispondiElimina
  7. giuro, mai viste le tagliatelle fritte! che forti!!! :D

    RispondiElimina
  8. Ciao a Tutti! Ebbene dai vostri commenti mi pare di capire che in quel di Bologna abbiamo l'esclusiva!!!
    Buon week end a tutti :-)

    RispondiElimina
  9. Ciao Kat, era un po' che non passavo, ma vedo che ti rinnovi e rinnovi la veste costantemente...Brava! Un bacio

    RispondiElimina
  10. ciao Kat,
    come stai? manco anch'io da un po' sul blog..
    ottima questa ricetta che anch'io non conoscevo! bacio

    RispondiElimina
  11. Anche a me sarebbe piaciuto stare in cucina con la nonna a conoscere tutti i suoi segreti, ma purtroppo non è stato possibile.
    Non conoscevo questa ricetta, ma sembra proprio buona!!!
    Da oggi comincio a seguirti!!!
    A presto

    RispondiElimina
  12. BUON COMPLEANNO ITALIA! Proprio in occasione dei festeggiamenti dell'Unità d'Italia, Ballarini e il blog Farina, lievito e fantasia hanno indetto un fantastico contest "150 anni in tavola". Si potrà partecipare con ricette tipiche delle proprio regioni e in palio ci sono dei bellissimi prodotti della linea Titanio della Ballarini.
    Corri a leggere il regolamento. Ti aspettiamo! http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/03/contest-150-anni-in-tavola.html

    RispondiElimina
  13. una receta con tradición muy buena,se ven apetitosos fritos,abrazos.

    RispondiElimina
  14. Io avevo una nonna che faceva la cuoca e il suo forte erano le tagliatelle e la pasta fresca in generale, ma queste tagliatelle fritte non le conoscevo...da provare ..

    RispondiElimina